Decreto Ristori Bis, l’elenco delle misure introdotte

Salvatore Iadevaia

9 novembre 2020

Vista la necessità di fronteggiare le conseguenze dell’epidemia, su proposta del Presidente Giuseppe Conte, il Consiglio dei Ministri la notte del 6 novembre 2020, ha approvato, il Decreto Ristori Bis. Gli aiuti non riguarderanno soltanto le imprese e i professionisti, ma anche le famiglie residenti nelle aree particolarmente interessate dalle restrizioni anti-Covid.

Quali sono le principali misure introdotte?

Contributi a fondo perduto:

  • per i beneficiari del contributo a fondo perduto introdotto dal Decreto Ristori, colpiti dalle nuove misure restrittive nelle zone rosse e arancioni, il contributo è aumentato del 50%. Per le imprese che operano nelle regioni ad alto rischio, è previsto un nuovo contributo a fondo perduto che sarà erogato sempre in automatico dall’Agenzia delle Entrate, sul conto corrente del beneficiario. Sono state aggiunte alla lista dei codici Ateco, ulteriori categorie di attività che potranno beneficiare degli indennizzi;

Aiuti alle attività nei centri commerciali e industrie alimentari:

  • vista la chiusura nel weekend e nei giorni festivi, verranno introdotti degli indennizzi con un contributo a fondo perduto, per le attività economiche con sede all’interno dei centri commerciali che hanno subito la perdita economica, e per le industrie alimentari,

Bonus affitti negozi:

  • nei mesi di ottobre, novembre e dicembre, per le attività commerciali beneficiarie del nuovo contributo a fondo perduto, e che operano nelle zone rosse ad alto rischio, viene esteso il Bonus affitto, con il credito d’imposta cedibile al proprietario dell’immobile locato, pari al 60% dell’affitto;

Sospensione dei versamenti IVA:

  • è prevista la sospensione nel mese di novembre, delle ritenute alla fonte, e dei pagamenti IVA;

Rinvio secondo acconto IRES e IRAP:

  • rinvio al 30 aprile 2021, degli acconti IRES e IRAP di novembre, per le attività soggette agli indici sintetici di affidabilità fiscale (Isa), e che operano in aree ad alta gravità e rischio elevato;

Sospensione dei contributi previdenziali e assistenziali:

  • nel mese di novembre , sospensione dei contributi previdenziali e assistenziali, per le attività che operano nelle zone gialle, mentre nel mese di novembre e dicembre per le attività che operano nelle zone rosse e arancioni;

Cancellazione della rata IMU:

  • nel caso in cui il proprietario è anche gestore dell’attività, è prevista la cancellazione della seconda rata dell’IMU, per le attività che sono beneficiarie del nuovo contributo a fondo perduto, che operano nelle regioni ad alto rischio;

Bonus baby-sitter e congedo straordinario:

  • nelle regioni rosse, viene previsto un Bonus baby-sitter da 1000 euro, e nel caso in cui la prestazione di lavoro non possa essere resa tramite smart working, un congedo straordinario con il risarcimento di un’indennità pari al 50% dello stipendio mensile per i genitori lavoratori dipendenti.

Fonti: La Repubblica, Leggi Oggi, AGI.

Salvatore e Carlo Iadevaia

Salvatore e Carlo Iadevaia

Dottori Commercialisti e Revisori dei Conti
Fondatori dello Studio Iadevaia

Hai bisogno di Aiuto?  
Studio Iadevaia
Avvia una conversazione su WhatsApp
Risponderemo il prima possibile.
Send this to a friend