VOUCHER DIGITALIZZAZIONE PMI


dal 30 gennaio le domande.

News del 2018-01-01

Le micro, piccole e medie imprese potranno presentare al Mise le domande per l’accesso ai voucher per la digitalizzazione, esclusivamente tramite procedura informatica, a partire dalle ore 10.00 del 30 gennaio 2018 e fino alle ore 17.00 del 9 febbraio. Già dal 15 gennaio 2018 sarà tuttavia possibile accedere alla procedura informatica per la compilazione della domanda. Le modalità e i termini per la presentazione delle domande di accesso alle agevolazioni sono state stabilite con il D. Dirett. 24 ottobre 2017. Per l'accesso alla procedura informatica è richiesto il possesso della Carta nazionale dei servizi e di una casella di posta elettronica certificata attiva e la sua registrazione nel registro delle imprese. Ai fini dell'erogazione dei voucher, l'impresa iscritta nel provvedimento cumulativo di prenotazione - predisposto dal Ministero entro 30 giorni dalla chiusura dello sportello - deve presentare, entro 30 giorni dalla data di ultimazione delle spese, sempre tramite l'apposita procedura informatica, la richiesta di erogazione, allegando, tra l'altro, i titoli di spesa. Al riguardo si precisa che: oltre alle micro, piccole e medie imprese anche gli studi professionali e, più in generale, i liberi professionisti possono accedere ai voucher, a condizione che svolgano la propria attività in forma di impresa e siano iscritti, alla data di presentazione della domanda, al Registro delle imprese; i voucher sono utilizzabili per l'acquisto di hardware, software e servizi specialistici al fine di digitalizzare i processi aziendali e favorire l'ammodernamento tecnologico; ciascuna impresa può usufruire di un unico voucher, di importo non superiore a 10mila euro, destinati a coprire non più del 50 per cento delle spese ammissibili; nell'ambito del “miglioramento dell’efficienza aziendale” (di cui all' art. 2, comma 2, lettera a), del D.M. 23 settembre 2014) sono ammissibili: le spese per l’acquisto di hardware, software e servizi di consulenza specialistica finalizzati alla digitalizzazione dei processi aziendali; ne deriva che in merito alle componenti hardware e software sono ammesse tutte le strumentazioni tecniche ed informatiche basate su tecnologie digitali “che complessivamente considerate sono in grado di assicurare un miglioramento dell’efficienza aziendale” (come ad esempio computer e relative periferiche, tablet e smartphone); le attrezzature il cui utilizzo è basato su un software dedicato che permette la digitalizzazione del processo produttivo; per quanto attiene invece all'ambito di attività “sviluppo di soluzioni di e-commerce” (art. 2, comma 2, lettera c), del citato D.M. 23 settembre 2014), le spese per l’acquisto di hardware, software e servizi di consulenza specialistica strettamente finalizzati allo sviluppo di soluzioni di e-commerce, sono ammissibili solo se dirette allo sviluppo - e quindi alla creazione o al miglioramento - di soluzioni che consentano lo svolgimento di transazioni commerciali tramite internet finalizzate alla vendita di beni o servizi; a tale misura sono stati stanziati 100 milioni di euro.

Commercialisti Cagliari

Commercialisti Cagliari: Lo studio mette a disposizione della clientela il servizio contabilita' on-line rivolto ai Professionisti (psicologi, dottori, ecc), Ditte Individuali, Enti non Profit e Società Di Persone in contabilità semplificata o per i contribuenti minimi.

Buste paga on-line


Consulenti del lavoro

Consulenti del Lavoro Cagliari: Lo studio Iadevaia trova le soluzioni ai problemi legati alla gestione amministrativa del personale, utilizzando i vantaggi ormai universalmente riconosciuti di internet.

Contabilità on line

Archivio News

Consulta l'archivio delle news dello Studio Iadevaia

Entra nel nostro blog